null
Tensyon System
null
introduzione
main_M_intro_slide001.jpg

Tensyon

Si tratta di un sistema innovativo di sostegno puntuale di vetri senza foratura utilizzabile con lastre composte da vetro monolitico, stratificato e vetro-camera.

La più grande innovazione di Tensyon risiede nel suo innovativo sistema di borchie realizzate in materiali compositi ad alta resistenza meccanica e certificati REI per la resistenza al fuoco. Il loro impiego permette di posare il vetro direttamente a contatto senza più alcuna necessità di guarnizioni o di intercalari che risultano sempre difficoltosi nella fase di posa. L’interposizione di queste borchie speciali permette inoltre di assorbire i movimenti indotti dal vetro in seguito alle sollecitazioni agenti sulla facciata pertanto il principio applicativo del fissaggio attraverso viti articolate “rotules”, che mantiene le lastre libere di muoversi sia assialmente che nella rotazione, viene mantenuto eliminando gli inconvenienti dovuti alla foratura e quindi alla tempera.

Il risultato si traduce in una considerevole riduzione dei costi di lavorazione delle lastre che permette di poter ottenere una facciata puntuale con budget molto ridotto.

La mancanza di foratura elimina inoltre uno dei maggiori limiti del fissaggio per punti: il difficile impiego del vetro-camera, che nella sempre crescente attenzione responsabile all’efficienza energetica del manufatto edilizio ne rende ormai l’impiego ineludibile.

Lo stesso problema di foratura e di ingombro viene eliminato anche per quanto riguarda l’utilizzo di superfici fotovoltaiche e della integrazione delle componenti all’interno del pannello di vetro.

Attraverso un progetto nato da subito con l’utilizzo di accurate simulazioni strutturali ad elementi finiti e con ben chiare le tabelle esigenziali prestazionali richiesta del mercato, abbiamo raggiunto degli elevatissimi livelli di resistenza delle varie componenti: ogni supporto è in grado di sostenere carichi sia dell’ordine dei 2000N con deformazioni minime ed un elevato fattore di sicurezza.

Questi risultati assecondano la tendenza attuale dei progettisti ad aumentare la dimensione dei pannelli di vetro alla ricerca di una trasparenza sempre più al limite ma al tempo stesso accolgono le maturate richieste di una razionale performance energetica.

Versioni disponibili

Tensyon rappresenta un’importante evoluzione nei sistemi di sostegno per strutture puntuali non solo per i punti sopra descritti ma in particolar modo per l’integrazione al suo interno di un sistema pressa cavi che ne permette il facile impiego anche nelle tensostrutture. L’integrazione del pressa cavo all’interno del supporto permette inoltre di ridurre in maniera significativa l’ingombro tra vetro e struttura portante (circa mm 60).

Tensyon Evo è un componente meno specializzato del precedente: perde il sistema di fissaggio per funi in acciaio ma acquista in leggerezza e praticità divenendo una soluzione versatile per ogni esigenza, in facciata e in copertura. Il suo design «smart», particolarmente ricercato nella forma elegante e sinuosa, lo rende adatto anche in impieghi di interior e di arredo, nonché di esposizione fieristica o di display in generale.

introduzione
main_M_intro_slide002.jpg

Tensyon

Si tratta di un sistema innovativo di sostegno puntuale di vetri senza foratura utilizzabile con lastre composte da vetro monolitico, stratificato e vetro-camera.

La più grande innovazione di Tensyon risiede nel suo innovativo sistema di borchie realizzate in materiali compositi ad alta resistenza meccanica e certificati REI per la resistenza al fuoco. Il loro impiego permette di posare il vetro direttamente a contatto senza più alcuna necessità di guarnizioni o di intercalari che risultano sempre difficoltosi nella fase di posa. L’interposizione di queste borchie speciali permette inoltre di assorbire i movimenti indotti dal vetro in seguito alle sollecitazioni agenti sulla facciata pertanto il principio applicativo del fissaggio attraverso viti articolate “rotules”, che mantiene le lastre libere di muoversi sia assialmente che nella rotazione, viene mantenuto eliminando gli inconvenienti dovuti alla foratura e quindi alla tempera.

Il risultato si traduce in una considerevole riduzione dei costi di lavorazione delle lastre che permette di poter ottenere una facciata puntuale con budget molto ridotto.

La mancanza di foratura elimina inoltre uno dei maggiori limiti del fissaggio per punti: il difficile impiego del vetro-camera, che nella sempre crescente attenzione responsabile all’efficienza energetica del manufatto edilizio ne rende ormai l’impiego ineludibile.

Lo stesso problema di foratura e di ingombro viene eliminato anche per quanto riguarda l’utilizzo di superfici fotovoltaiche e della integrazione delle componenti all’interno del pannello di vetro.

Attraverso un progetto nato da subito con l’utilizzo di accurate simulazioni strutturali ad elementi finiti e con ben chiare le tabelle esigenziali prestazionali richiesta del mercato, abbiamo raggiunto degli elevatissimi livelli di resistenza delle varie componenti: ogni supporto è in grado di sostenere carichi sia dell’ordine dei 2000N con deformazioni minime ed un elevato fattore di sicurezza.

Questi risultati assecondano la tendenza attuale dei progettisti ad aumentare la dimensione dei pannelli di vetro alla ricerca di una trasparenza sempre più al limite ma al tempo stesso accolgono le maturate richieste di una razionale performance energetica.

Versioni disponibili

Tensyon rappresenta un’importante evoluzione nei sistemi di sostegno per strutture puntuali non solo per i punti sopra descritti ma in particolar modo per l’integrazione al suo interno di un sistema pressa cavi che ne permette il facile impiego anche nelle tensostrutture. L’integrazione del pressa cavo all’interno del supporto permette inoltre di ridurre in maniera significativa l’ingombro tra vetro e struttura portante (circa mm 60).

Tensyon Evo è un componente meno specializzato del precedente: perde il sistema di fissaggio per funi in acciaio ma acquista in leggerezza e praticità divenendo una soluzione versatile per ogni esigenza, in facciata e in copertura. Il suo design «smart», particolarmente ricercato nella forma elegante e sinuosa, lo rende adatto anche in impieghi di interior e di arredo, nonché di esposizione fieristica o di display in generale.

introduzione
main_M_intro_slide003.jpg

Tensyon

Si tratta di un sistema innovativo di sostegno puntuale di vetri senza foratura utilizzabile con lastre composte da vetro monolitico, stratificato e vetro-camera.

La più grande innovazione di Tensyon risiede nel suo innovativo sistema di borchie realizzate in materiali compositi ad alta resistenza meccanica e certificati REI per la resistenza al fuoco. Il loro impiego permette di posare il vetro direttamente a contatto senza più alcuna necessità di guarnizioni o di intercalari che risultano sempre difficoltosi nella fase di posa. L’interposizione di queste borchie speciali permette inoltre di assorbire i movimenti indotti dal vetro in seguito alle sollecitazioni agenti sulla facciata pertanto il principio applicativo del fissaggio attraverso viti articolate “rotules”, che mantiene le lastre libere di muoversi sia assialmente che nella rotazione, viene mantenuto eliminando gli inconvenienti dovuti alla foratura e quindi alla tempera.

Il risultato si traduce in una considerevole riduzione dei costi di lavorazione delle lastre che permette di poter ottenere una facciata puntuale con budget molto ridotto.

La mancanza di foratura elimina inoltre uno dei maggiori limiti del fissaggio per punti: il difficile impiego del vetro-camera, che nella sempre crescente attenzione responsabile all’efficienza energetica del manufatto edilizio ne rende ormai l’impiego ineludibile.

Lo stesso problema di foratura e di ingombro viene eliminato anche per quanto riguarda l’utilizzo di superfici fotovoltaiche e della integrazione delle componenti all’interno del pannello di vetro.

Attraverso un progetto nato da subito con l’utilizzo di accurate simulazioni strutturali ad elementi finiti e con ben chiare le tabelle esigenziali prestazionali richiesta del mercato, abbiamo raggiunto degli elevatissimi livelli di resistenza delle varie componenti: ogni supporto è in grado di sostenere carichi sia dell’ordine dei 2000N con deformazioni minime ed un elevato fattore di sicurezza.

Questi risultati assecondano la tendenza attuale dei progettisti ad aumentare la dimensione dei pannelli di vetro alla ricerca di una trasparenza sempre più al limite ma al tempo stesso accolgono le maturate richieste di una razionale performance energetica.

Versioni disponibili

Tensyon rappresenta un’importante evoluzione nei sistemi di sostegno per strutture puntuali non solo per i punti sopra descritti ma in particolar modo per l’integrazione al suo interno di un sistema pressa cavi che ne permette il facile impiego anche nelle tensostrutture. L’integrazione del pressa cavo all’interno del supporto permette inoltre di ridurre in maniera significativa l’ingombro tra vetro e struttura portante (circa mm 60).

Tensyon Evo è un componente meno specializzato del precedente: perde il sistema di fissaggio per funi in acciaio ma acquista in leggerezza e praticità divenendo una soluzione versatile per ogni esigenza, in facciata e in copertura. Il suo design «smart», particolarmente ricercato nella forma elegante e sinuosa, lo rende adatto anche in impieghi di interior e di arredo, nonché di esposizione fieristica o di display in generale.

introduzione
main_M_intro_slide004.jpg

Tensyon

Si tratta di un sistema innovativo di sostegno puntuale di vetri senza foratura utilizzabile con lastre composte da vetro monolitico, stratificato e vetro-camera.

La più grande innovazione di Tensyon risiede nel suo innovativo sistema di borchie realizzate in materiali compositi ad alta resistenza meccanica e certificati REI per la resistenza al fuoco. Il loro impiego permette di posare il vetro direttamente a contatto senza più alcuna necessità di guarnizioni o di intercalari che risultano sempre difficoltosi nella fase di posa. L’interposizione di queste borchie speciali permette inoltre di assorbire i movimenti indotti dal vetro in seguito alle sollecitazioni agenti sulla facciata pertanto il principio applicativo del fissaggio attraverso viti articolate “rotules”, che mantiene le lastre libere di muoversi sia assialmente che nella rotazione, viene mantenuto eliminando gli inconvenienti dovuti alla foratura e quindi alla tempera.

Il risultato si traduce in una considerevole riduzione dei costi di lavorazione delle lastre che permette di poter ottenere una facciata puntuale con budget molto ridotto.

La mancanza di foratura elimina inoltre uno dei maggiori limiti del fissaggio per punti: il difficile impiego del vetro-camera, che nella sempre crescente attenzione responsabile all’efficienza energetica del manufatto edilizio ne rende ormai l’impiego ineludibile.

Lo stesso problema di foratura e di ingombro viene eliminato anche per quanto riguarda l’utilizzo di superfici fotovoltaiche e della integrazione delle componenti all’interno del pannello di vetro.

Attraverso un progetto nato da subito con l’utilizzo di accurate simulazioni strutturali ad elementi finiti e con ben chiare le tabelle esigenziali prestazionali richiesta del mercato, abbiamo raggiunto degli elevatissimi livelli di resistenza delle varie componenti: ogni supporto è in grado di sostenere carichi sia dell’ordine dei 2000N con deformazioni minime ed un elevato fattore di sicurezza.

Questi risultati assecondano la tendenza attuale dei progettisti ad aumentare la dimensione dei pannelli di vetro alla ricerca di una trasparenza sempre più al limite ma al tempo stesso accolgono le maturate richieste di una razionale performance energetica.

Versioni disponibili

Tensyon rappresenta un’importante evoluzione nei sistemi di sostegno per strutture puntuali non solo per i punti sopra descritti ma in particolar modo per l’integrazione al suo interno di un sistema pressa cavi che ne permette il facile impiego anche nelle tensostrutture. L’integrazione del pressa cavo all’interno del supporto permette inoltre di ridurre in maniera significativa l’ingombro tra vetro e struttura portante (circa mm 60).

Tensyon Evo è un componente meno specializzato del precedente: perde il sistema di fissaggio per funi in acciaio ma acquista in leggerezza e praticità divenendo una soluzione versatile per ogni esigenza, in facciata e in copertura. Il suo design «smart», particolarmente ricercato nella forma elegante e sinuosa, lo rende adatto anche in impieghi di interior e di arredo, nonché di esposizione fieristica o di display in generale.

introduzione
main_M_intro_slide005.jpg

Tensyon

Si tratta di un sistema innovativo di sostegno puntuale di vetri senza foratura utilizzabile con lastre composte da vetro monolitico, stratificato e vetro-camera.

La più grande innovazione di Tensyon risiede nel suo innovativo sistema di borchie realizzate in materiali compositi ad alta resistenza meccanica e certificati REI per la resistenza al fuoco. Il loro impiego permette di posare il vetro direttamente a contatto senza più alcuna necessità di guarnizioni o di intercalari che risultano sempre difficoltosi nella fase di posa. L’interposizione di queste borchie speciali permette inoltre di assorbire i movimenti indotti dal vetro in seguito alle sollecitazioni agenti sulla facciata pertanto il principio applicativo del fissaggio attraverso viti articolate “rotules”, che mantiene le lastre libere di muoversi sia assialmente che nella rotazione, viene mantenuto eliminando gli inconvenienti dovuti alla foratura e quindi alla tempera.

Il risultato si traduce in una considerevole riduzione dei costi di lavorazione delle lastre che permette di poter ottenere una facciata puntuale con budget molto ridotto.

La mancanza di foratura elimina inoltre uno dei maggiori limiti del fissaggio per punti: il difficile impiego del vetro-camera, che nella sempre crescente attenzione responsabile all’efficienza energetica del manufatto edilizio ne rende ormai l’impiego ineludibile.

Lo stesso problema di foratura e di ingombro viene eliminato anche per quanto riguarda l’utilizzo di superfici fotovoltaiche e della integrazione delle componenti all’interno del pannello di vetro.

Attraverso un progetto nato da subito con l’utilizzo di accurate simulazioni strutturali ad elementi finiti e con ben chiare le tabelle esigenziali prestazionali richiesta del mercato, abbiamo raggiunto degli elevatissimi livelli di resistenza delle varie componenti: ogni supporto è in grado di sostenere carichi sia dell’ordine dei 2000N con deformazioni minime ed un elevato fattore di sicurezza.

Questi risultati assecondano la tendenza attuale dei progettisti ad aumentare la dimensione dei pannelli di vetro alla ricerca di una trasparenza sempre più al limite ma al tempo stesso accolgono le maturate richieste di una razionale performance energetica.

Versioni disponibili

Tensyon rappresenta un’importante evoluzione nei sistemi di sostegno per strutture puntuali non solo per i punti sopra descritti ma in particolar modo per l’integrazione al suo interno di un sistema pressa cavi che ne permette il facile impiego anche nelle tensostrutture. L’integrazione del pressa cavo all’interno del supporto permette inoltre di ridurre in maniera significativa l’ingombro tra vetro e struttura portante (circa mm 60).

Tensyon Evo è un componente meno specializzato del precedente: perde il sistema di fissaggio per funi in acciaio ma acquista in leggerezza e praticità divenendo una soluzione versatile per ogni esigenza, in facciata e in copertura. Il suo design «smart», particolarmente ricercato nella forma elegante e sinuosa, lo rende adatto anche in impieghi di interior e di arredo, nonché di esposizione fieristica o di display in generale.

introduzione
main_M_intro_slide006.jpg

Tensyon

Si tratta di un sistema innovativo di sostegno puntuale di vetri senza foratura utilizzabile con lastre composte da vetro monolitico, stratificato e vetro-camera.

La più grande innovazione di Tensyon risiede nel suo innovativo sistema di borchie realizzate in materiali compositi ad alta resistenza meccanica e certificati REI per la resistenza al fuoco. Il loro impiego permette di posare il vetro direttamente a contatto senza più alcuna necessità di guarnizioni o di intercalari che risultano sempre difficoltosi nella fase di posa. L’interposizione di queste borchie speciali permette inoltre di assorbire i movimenti indotti dal vetro in seguito alle sollecitazioni agenti sulla facciata pertanto il principio applicativo del fissaggio attraverso viti articolate “rotules”, che mantiene le lastre libere di muoversi sia assialmente che nella rotazione, viene mantenuto eliminando gli inconvenienti dovuti alla foratura e quindi alla tempera.

Il risultato si traduce in una considerevole riduzione dei costi di lavorazione delle lastre che permette di poter ottenere una facciata puntuale con budget molto ridotto.

La mancanza di foratura elimina inoltre uno dei maggiori limiti del fissaggio per punti: il difficile impiego del vetro-camera, che nella sempre crescente attenzione responsabile all’efficienza energetica del manufatto edilizio ne rende ormai l’impiego ineludibile.

Lo stesso problema di foratura e di ingombro viene eliminato anche per quanto riguarda l’utilizzo di superfici fotovoltaiche e della integrazione delle componenti all’interno del pannello di vetro.

Attraverso un progetto nato da subito con l’utilizzo di accurate simulazioni strutturali ad elementi finiti e con ben chiare le tabelle esigenziali prestazionali richiesta del mercato, abbiamo raggiunto degli elevatissimi livelli di resistenza delle varie componenti: ogni supporto è in grado di sostenere carichi sia dell’ordine dei 2000N con deformazioni minime ed un elevato fattore di sicurezza.

Questi risultati assecondano la tendenza attuale dei progettisti ad aumentare la dimensione dei pannelli di vetro alla ricerca di una trasparenza sempre più al limite ma al tempo stesso accolgono le maturate richieste di una razionale performance energetica.

Versioni disponibili

Tensyon rappresenta un’importante evoluzione nei sistemi di sostegno per strutture puntuali non solo per i punti sopra descritti ma in particolar modo per l’integrazione al suo interno di un sistema pressa cavi che ne permette il facile impiego anche nelle tensostrutture. L’integrazione del pressa cavo all’interno del supporto permette inoltre di ridurre in maniera significativa l’ingombro tra vetro e struttura portante (circa mm 60).

Tensyon Evo è un componente meno specializzato del precedente: perde il sistema di fissaggio per funi in acciaio ma acquista in leggerezza e praticità divenendo una soluzione versatile per ogni esigenza, in facciata e in copertura. Il suo design «smart», particolarmente ricercato nella forma elegante e sinuosa, lo rende adatto anche in impieghi di interior e di arredo, nonché di esposizione fieristica o di display in generale.

introduzione
main_M_intro_slideBis001.jpg

Una breve panoramica delle differenti possibilità di utilizzo, dovute alla “flessibilità” e “modularità” che sono state i principi ispiratori dell’intero progetto:

  • A Fissaggio del componente direttamente alla struttura portante: tubolare, pilastro, muratura
  • B Fissaggio del componente a struttura di cavi pretensionati:
    • B1 Cavo singolo di grande diametro ad elevato tensionamento per la resistenza ai carichi verticali (peso proprio) ed ai carichi orizzontali (spinta del vento positiva e negativa e azioni accidentali)
    • B2 Cavo verticale più cavi di controvento con sistema di bielle
  • C Fissaggio del componente a struttura di controvento in vetro (Glass Fins).
introduzione
main_M_intro_slideBis002.jpg

Una breve panoramica delle differenti possibilità di utilizzo, dovute alla “flessibilità” e “modularità” che sono state i principi ispiratori dell’intero progetto:

  • A Fissaggio del componente direttamente alla struttura portante: tubolare, pilastro, muratura
  • B Fissaggio del componente a struttura di cavi pretensionati:
    • B1 Cavo singolo di grande diametro ad elevato tensionamento per la resistenza ai carichi verticali (peso proprio) ed ai carichi orizzontali (spinta del vento positiva e negativa e azioni accidentali)
    • B2 Cavo verticale più cavi di controvento con sistema di bielle
  • C Fissaggio del componente a struttura di controvento in vetro (Glass Fins).
introduzione
main_M_intro_slideBis003.jpg

Una breve panoramica delle differenti possibilità di utilizzo, dovute alla “flessibilità” e “modularità” che sono state i principi ispiratori dell’intero progetto:

  • A Fissaggio del componente direttamente alla struttura portante: tubolare, pilastro, muratura
  • B Fissaggio del componente a struttura di cavi pretensionati:
    • B1 Cavo singolo di grande diametro ad elevato tensionamento per la resistenza ai carichi verticali (peso proprio) ed ai carichi orizzontali (spinta del vento positiva e negativa e azioni accidentali)
    • B2 Cavo verticale più cavi di controvento con sistema di bielle
  • C Fissaggio del componente a struttura di controvento in vetro (Glass Fins).
introduzione
main_M_intro_slideBis004.jpg

Una breve panoramica delle differenti possibilità di utilizzo, dovute alla “flessibilità” e “modularità” che sono state i principi ispiratori dell’intero progetto:

  • A Fissaggio del componente direttamente alla struttura portante: tubolare, pilastro, muratura
  • B Fissaggio del componente a struttura di cavi pretensionati:
    • B1 Cavo singolo di grande diametro ad elevato tensionamento per la resistenza ai carichi verticali (peso proprio) ed ai carichi orizzontali (spinta del vento positiva e negativa e azioni accidentali)
    • B2 Cavo verticale più cavi di controvento con sistema di bielle
  • C Fissaggio del componente a struttura di controvento in vetro (Glass Fins).
introduzione
main_M_intro_slideBis005.jpg

Una breve panoramica delle differenti possibilità di utilizzo, dovute alla “flessibilità” e “modularità” che sono state i principi ispiratori dell’intero progetto:

  • A Fissaggio del componente direttamente alla struttura portante: tubolare, pilastro, muratura
  • B Fissaggio del componente a struttura di cavi pretensionati:
    • B1 Cavo singolo di grande diametro ad elevato tensionamento per la resistenza ai carichi verticali (peso proprio) ed ai carichi orizzontali (spinta del vento positiva e negativa e azioni accidentali)
    • B2 Cavo verticale più cavi di controvento con sistema di bielle
  • C Fissaggio del componente a struttura di controvento in vetro (Glass Fins).
introduzione
main_M_intro_slideBis006.jpg

Una breve panoramica delle differenti possibilità di utilizzo, dovute alla “flessibilità” e “modularità” che sono state i principi ispiratori dell’intero progetto:

  • A Fissaggio del componente direttamente alla struttura portante: tubolare, pilastro, muratura
  • B Fissaggio del componente a struttura di cavi pretensionati:
    • B1 Cavo singolo di grande diametro ad elevato tensionamento per la resistenza ai carichi verticali (peso proprio) ed ai carichi orizzontali (spinta del vento positiva e negativa e azioni accidentali)
    • B2 Cavo verticale più cavi di controvento con sistema di bielle
  • C Fissaggio del componente a struttura di controvento in vetro (Glass Fins).
introduzione
main_M_intro_slideBis007.jpg

Una breve panoramica delle differenti possibilità di utilizzo, dovute alla “flessibilità” e “modularità” che sono state i principi ispiratori dell’intero progetto:

  • A Fissaggio del componente direttamente alla struttura portante: tubolare, pilastro, muratura
  • B Fissaggio del componente a struttura di cavi pretensionati:
    • B1 Cavo singolo di grande diametro ad elevato tensionamento per la resistenza ai carichi verticali (peso proprio) ed ai carichi orizzontali (spinta del vento positiva e negativa e azioni accidentali)
    • B2 Cavo verticale più cavi di controvento con sistema di bielle
  • C Fissaggio del componente a struttura di controvento in vetro (Glass Fins).
introduzione
main_M_intro_slideTris001.jpg

Installazione

  1. Fissaggio del supporto Tensyon alla struttura(cavi, profili, glass fin etc.)
  2. Inserire il vetro senza guarnizioni
  3. Avvitare le borchie di fissaggio